Export: a Modena e Verona incontri d’affari con operatori tedeschi

Per le imprese dei territori 150 incontri b2b con operatori del settore della subfornitura meccanica provenienti dalla Germania

I dati export di settore: tra le prime 10 province, Modena con 3 miliardi di euro nel 2018 si distingue per la maggiore crescita in un anno (+8,5%), che continua anche nel 2019 (773 milioni, +7,4%).
Verona supera i 2 miliardi in un anno (+5,8%).

24 giugno 2019 - Nell’ambito del progetto InBuyer, Promos Italia - unità locale di Modena -  in collaborazione con la Camera di commercio di Modena e la Camera di commercio di Verona, organizza il 25 e 26 giugno due giornate di incontri di business dedicati alle aziende del settore della subfornitura meccanica con operatori provenienti dalla Germania.

La prima giornata, in programma il 25 giugno presso la Camera di commercio di Modena, prevede 74 incontri b2b tra 24 imprese provenienti da Modena, Bologna, Padova e Reggio Emilia e 9 operatori tedeschi. Il giorno successivo, l’ente camerale di Verona ospiterà oltre 90 incontri b2b tra 23 imprese di Verona e provincia e gli operatori tedeschi. 

Due giornate di business che, oltre ai 150 incontri b2b, offrono alle imprese aderenti la possibilità di far visitare la propria azienda agli omologhi tedeschi. Un’opportunità di mostrare come avviene la produzione d’eccellenza Made in Italy e di far conoscere più da vicino processi, metodi di produzione, oltre ai prodotti stessi.

L’iniziativa – spiega Giovanni Da Pozzo, Presidente di Promos Italia – rientra nell’ampio programma di incoming di operatori esteri che, grazie alle sinergie sviluppate con le camere di commercio di vari territori, nel corso dell’anno coinvolgerà diverse province italiane. E’ un format che abbiamo constatato essere di grande utilità per le imprese - prosegue il Presidente di Promos Italia - perché, grazie ad un’analisi preliminare dei profili italiani ed esteri, riusciamo a organizzare incontri nei quali esiste già potenzialmente un alto grado di compatibilità tra domanda e offerta”

 “Per le imprese modenesi e italiane in generale, i Paesi esteri costituiscono un fondamentale mercato di sbocco per le merci prodotte – spiega Giuseppe Molinari, Presidente della Camera di Commercio di Modena - Con iniziative come questa intendiamo favorire la creazione di contatti e relazioni tra imprese a livello internazionale, e le numerose adesioni ricevute ci confermano l’interesse e l’apprezzamento degli imprenditori per questa formula. Nello specifico, - prosegue Molinari - la Germania rappresenta la seconda destinazione per le vendite estere della provincia di Modena, assorbendo nell’ultimo anno 1.627 milioni di export, ovvero una quota del 12,6% del totale. Un mercato che risulta anche in espansione: +5,1% nel 2018 rispetto al 2017, più di quanto siano cresciute le vendite estere nel complesso (+2,3%)”.

Un connubio riuscito con oltre 90 incontri per 23 imprese scaligere” afferma Giuseppe Riello, Presidente della Camera di Commercio di Verona. “La meccanica è il settore più importante dell’economia veronese: con i suoi 2,4 miliardi di esportazioni rappresenta il 21% dell’export complessivo del nostro territorio. Perché si sia così sviluppato – prosegue Riello - è presto detto. Le attività manifatturiere veronesi sono molto variegate: siamo i primi esportatori di vino e marmo in Italia, i terzi di prodotti alimentari e di ortofrutta, cisterne e radiatori, i sesti per le calzature, i decimi per il tessile abbigliamento. Questi comparti hanno creato un indotto che è divenuto terreno fertile per le imprese meccaniche che sono nate proprio per fornire macchinari per le numerose lavorazioni richieste”.