Esegui ricerca

La Ducale Sacchi alla conquista del mercato inglese

Enrico Delliuomini, titolare della Ducale Sacchi, storico marchio italiano di bretelle e cinture, ci racconta come è entrato in contatto con distributori e buyer del mercato inglese.

La Ducale Sacchi alla conquista del mercato inglese

L'Inghilterra è un po' la patria delle bretelle, quali opportunità offre il mercato? 

“Sì, le bretelle per come le conosciamo oggi sono state create a Londra, due secoli fa. Da lì si sono diffuse rapidamente in tutto il mondo. Ancora oggi quello inglese è uno dei mercati di riferimento a livello mondiale per le bretelle. Sono un accessorio apprezzato e amato, che gli inglesi considerano parte della loro tradizione e che è tornato di moda anche tra i giovani. Sicuramente è un prodotto ancora molto richiesto, la domanda è buona, ma anche l’offerta è ampia e diversificata ed esiste una importante produzione locale, con una solida tradizione alle spalle.”

Voi come vi posizionate? Su cosa puntate per entrare nel mercato?

“I nostri sono prodotti di fascia medio-alta. La Ducale Sacchi è un marchio storico, quasi centenario, che dedica grande attenzione alla selezione dei materiali e alle lavorazioni, ma che ha sempre saputo innovare con creatività, con quel tocco di originalità che ci contraddistingue, sia nel classico che nel casual, e che conferisce carattere e personalità ai nostri prodotti. Se è vero che in Inghilterra la concorrenza, come dicevo, non manca, ci sono però anche tante opportunità e noi proponiamo prodotti che crediamo possano incontrare i gusti dei consumatori locali più esigenti. Per ora il primo contatto con il mercato è stato incoraggiante.”

Parliamo allora del vostro approccio al mercato. Come è avvenuto e con quali operatori siete entrati in contatto?

“Abbiamo chiesto a Promos di realizzare per noi una ricerca di controparti che fosse in linea con i nostri obiettivi e tenendo in considerazione le caratteristiche della nostra offerta. E così abbiamo potuto incontrare due distributori e tre buyer di catene di abbigliamento e accessori moda. Le controparti sono state contattate e selezionate da Promos, che ha poi curato anche l’organizzazione degli incontri d’affari a Londra. Quando ci siamo recati a incontrare gli operatori, sapevamo che avevano espresso interesse per i nostri prodotti, ma posso dire che l’accoglienza è stata perfino migliore di quanto ci aspettassimo. Hanno mostrato subito grande apertura e voglia di approfondire, di conoscere la nostra storia, come lavoriamo, che servizi offriamo. Gli inglesi sono molto professionali, di bretelle se ne intendono, e sanno riconoscere immediatamente se un prodotto è valido e se può avere un mercato, anche in relazione al prezzo al quale viene proposto. Stiamo portando avanti i contatti e l’obiettivo è quello di chiudere a breve il primo accordo.”

Promos Italia è partecipata dalle Camere di Commercio di Bergamo, Catanzaro, Genova, Milano Monza Brianza Lodi, Modena,
Perugia, Pisa, Ravenna, Salerno, Pordenone-Udine e da Unioncamere,  Unioncamere Emilia-Romagna, Unioncamere Lombardia.

Camera di Commercio Bergamo
Camera di Commercio Caserta
Camera di Commercio Catanzaro
Camera di Commercio Cosenza
Camera di Commercio Genova
Camera di Commercio Milano MonzaBrianza Lodi
Camera di Commercio Modena
Camera di Commercio Perugia
Camera di Commercio Pisa
Camera di Commercio Ravenna
Camera di Commercio Salerno
Camera di Commercio Udine
Unioncamere
Unioncamere Emilia Romagna
Unioncamere Lombardia

Promos Italia è membro di Enterprise Europe Network - Simpler